Ven. Mar 31st, 2023

Encefalite giapponese

Lencefalite virale è causata da un virus del genere flavivirus, cui appartengono anche i virus responsabili della dengue, della febbre gialla e della malattia di West Nile.

Il virus ha un ciclo di trasmissione che coinvolge zanzare, suini e/o uccelli acquatici.

Gli esseri umani vengono infettati dalla puntura di una zanzara infetta (Culex spp) e sono ospiti a fondo cieco, in quanto non contribuiscono allulteriore diffusione dellinfezione.

La malattia si manifesta soprattutto in aree rurali coltivate a risaie e in ambienti periurbani.

Costituisce la principale causa di encefalite virale in Asia: nelle aree temperate ha un andamento stagionale, con picchi dinfezione nei mesi estivi e autunnali, mentre nelle aree tropicali e subtropicali si manifesta tutto lanno, principalmente nella stagione delle piogge.

Il primo caso di encefalite giapponese è stato documentato in Giappone nel 1871.

Lencefalite giapponese colpisce prevalentemente i bambini.

La maggior parte degli adulti nei paesi endemici hanno sviluppato unimmunità naturale dopo aver contratto linfezione da bambini, tuttavia possono essere colpite persone di ogni età.

Come si trasmette

Il virus dellEG viene trasmesso alle persone attraverso la puntura di zanzare infette della specie Culex (soprattutto Culex tritaeniorhynchus).

Lessere umano, una volta infettato, non presenta una viremia sufficiente ad infettare le zanzare. Il virus è presente nel ciclo di trasmissione tra zanzare, suini e/o uccelli acquatici (ciclo enzootico).

La malattia si manifesta soprattutto negli ambienti rurali e periurbani, dove le persone vicvono a contatto con questi ospiti vertebrati.

Sintomi e segni

Nelle forme sintomatiche, il periodo di incubazione varia generalmente fra 5 e 15 giorni.

La maggior parte delle infezioni da virus dellEG sono lievi (febbre e mal di testa) o senza sintomi apparenti, ma circa 1 su 250 infezioni si manifesta in forma grave caratterizzata da rapida insorgenza di febbre alta, mal di testa, rigidità del collo, disorientamento, coma, convulsioni (frequenti soprattutto nei bambini), paralisi spastica e morte.

Il tasso di letalità può arrivare fino al 30% tra le forme con presenza di sintomatologia.

Il 20-30% di coloro che sopravvivono presentano sequele neuropsichiatriche permanenti, quali paralisi, convulsioni ricorrenti o incapacità di parlare.

Nelle zone dove il virus dellEG è comune, lencefalite si verifica principalmente nei bambini perché gli adulti hanno contratto linfezione nel corso della loro vita e sono immuni.

Diagnosi

Chiunque vive o si è recato in unarea endemica di encefalite giapponese e ha manifestato encefalite, è considerato un caso sospetto di EG.

Per confermare linfezione da VEG e, per escludere altre cause di encefalite, è richiesto un test di laboratorio su siero o, preferibilmente, su liquido cerebrospinale.

Terapia

Non esiste un trattamento antivirale per i pazienti con EG.

Generalmente è necessario il ricovero ospedaliero.

Il trattamento è di supporto per alleviare la sintomatologia e per stabilizzare il paziente.

Prevenzione

Vaccinazione

I vaccini per prevenire la malattia sono sicuri ed efficaci.

In Italia è disponibile un vaccino inattivato a base di cellule derivate dal rene di scimmia verde africana (VERO) per limmunizzazione attiva contro lencefalite giapponese in adulti, adolescenti, bambini e neonati a partire da 2 mesi di età.

Il suo utilizzo è consigliato nelle persone a rischio di esposizione in previsione di un viaggio o a causa del loro lavoro.

Precauzioni e controindicazioni

Una reazione dipersensibilità ad una dose precedente costituisce una controindicazione.

Reazioni allergiche alle componenti del vaccino si manifestano occasionalmente.

Poiché queste reazioni possono comparire nelle due settimane che seguono la vaccinazione, è consigliato completare il ciclo vaccinale molto prima della partenza.

Rischio per i viaggiatori

Il rischio di lencefalite giapponese è molto basso per la maggior parte dei viaggiatori diretti in Asia specie per coloro che fanno visite di breve durata nelle aree urbane.

Tuttavia il rischio varia secondo la stagione, la destinazione, la durata del viaggio e le attività svolte.

La vaccinazione è raccomandata per i viaggiatori con unesposizione prolungata allaperto (campeggiatori, scalatori, lavoratori, ecc.) durante la stagione di trasmissione nei paesi o nelle aree a rischio specie quando viene praticata lirrigazione dei terreni agricoli.

Sebbene lencefalite giapponese nei paesi o nelle aree a rischio sia principalmente una malattia dei bambini, può verificarsi nei viaggiatori di qualsiasi età.

Tutti i viaggiatori che si recano in aree in cui lencefalite giapponese è endemica dovrebbero adottare le misure necessarie per prevenire le punture di zanzara.

Le misure di protezione individuali comprendono luso di repellenti, abiti con maniche lunghe, zampironi e vaporizzatori.

I viaggiatori che pianificano di fermarsi per lungo tempo in aree in cui lencefalite giapponese è endemica dovrebbero fare la vaccinazione.

Visualizza fonte

Ospedale Careggi di Firenze

LAzienda Ospedaliero-Universitaria Careggi si trova a Firenze in Largo Brambilla 3, nella zona periferica a nord della città. A livello assistenziale eroga prestazioni di ricovero, prestazioni ambulatoriali specialistiche ed attività di emergenza e urgenza; persegue lo sviluppo dellalta specializzazione in quanto riferimento di Area Vasta, regionale, nazionale. La struttura dispone di 1.660 posti letto e […]

Ospedale Niguarda Milano

LASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda è situato a Milano in Piazza Ospedale Maggiore 3. La struttura, tra i più attivi Centri Trapianti in Italia, è articolata in 70 strutture di ricovero con oltre 200 ambulatori ed è un Ospedale di riferimento per i pazienti di tutte le età e di ogni regione di Italia. È […]

IRCCS San Matteo di Pavia

La Fondazione I.R.C.C.S. Policlinico San Matteo è situata a Pavia in viale Camillo Golgi 19. Dal 1982, come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico, persegue, secondo standards di eccellenza, finalità di ricerca biomedica e prestazioni di ricovero e cura di alta specialità, distinguendosi per una spiccata integrazione fra ricerca scientifica e didattica sia […]

Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

Il Papa Giovanni XXIII è il più grande tra gli ospedali lombardi, con 320.000 mq. complessivi, oltre 900 posti letto di cui 108 di terapie intensive e sub intensive, 36 sale operatorie, 226 ambulatori, 9.000 mq. dedicati alla diagnostica e 4.000 mq. allEmergenza- Urgenza, con un eliporto funzionante 24 ore su 24. Nelle sette torri […]

Azienda Ospedaliera di Padova

LAzienda ospedaliera di Padova, situata a Padova in Via Nicolò Giustiniani 2, aggrega lOspedale San Francesco Grande, prima struttura sanitaria costruita nel ‘400, lOspedale Giustinianeo, eretto nel ‘700 per volere del vescovo Nicolò Giustiniani, e lOspedale Civile. Lo sviluppo dellattività assistenziale e di studio comportò col tempo un ampliamento delle strutture edilizie nel corso di […]

Biblioteca….

Come riconoscere la pertosse e le cure migliori

IRCCS Policlinico San Donato (MI) 1 Agosto 2022 Che cos’è la pertosse? Quali le cause e i sintomi, come riconoscerla e curarla. Ne parliamo con la Dottoressa Chiara Baldessari, Responsabile dellUnità di Pneumologia e Fisiopatologia e dellAmbulatorio del Sonno dellIRCCS Policlinico San Donato. Cos’è la pertosse  La pertosse, detta anchetosse canina’ è dovuta ad uninfezione […]

Chikungunya

Chikungunya Il virus chikungunya appartiene al genere alphavirus della famiglia togaviridae ed è trasmesso da zanzare del genere Aedes, (come Aedes aegypti e Aedes albopictus comunemente chiamata zanzara tigre), che trasmettono anche dengue e zika. Queste zanzare si infettano pungendo una persona malata, nella fase acuta. Entrambe pungono nelle ore diurne, soprattutto la mattina presto e la sera tardi nellambiente esterno, tuttavia Aedes aegypti punge […]

Linfonodi ingrossati

In alcuni casi impacchi caldiantidolorifici e riposo sono rimedi sufficienti a veder scomparire i linfonodi ingrossati attenuando, nel frattempo, leventuale dolore associato. In particolare, in genere in caso di infezione da parte di un virus è necessario attendere che il problema si risolva da sé. Altre volte è invece necessario trattare in modo specifico la causa dellingrossamento. Le infezioni batteriche […]

AIDS e Virus HIV

Le terapie attualmente a disposizione per il trattamento dellinfezione da HIV (terapia antiretrovirale) consistono in associazioni di farmaci che bloccando la replicazione del virus rallentano la distruzione del sistema immunitario e quindi la progressione della malattia. Lesecuzione del test HIV, che viene svolto per legge in maniera anonima e rapida, rappresenta lunico strumento a disposizione […]

Toxoplasmosi

Toxoplasmosi La toxoplasmosi è una malattia provocata dallinfezione di un parassita, il Toxoplasma gondii, che può trasmettersi alluomo attraverso gli animali, in particolare i gatti, il cibocarne cruda di maiale e di pecora, vegetali contaminati da feci di gatto. Che cos’è la toxoplasmosi? La toxoplasmosi è una malattia particolarmente pericolosa per le donne in gravidanza, per i rischi che la parassitosi può avere sul feto. […]

Care Shop: La guida per gli acquisti di articoli sanitari